https://www.karatevolterra.org
Sei qui: HOME > Maestri - La nostra discendenza
Sede - la sua storia
Kenshinkan
Maestri - La nostra discrndenza
Karate-Do
Goshindo
I.S.I.
Aikido
Yoga-Reiki
Ginnastica
Cultura
Link
Area riservata Soci
IL MAESTRO NELLE ARTI MARZIALI

 

SHI

in carattere stampato

Il Maestro

In Giapponese ci sono diversi termini per indicare il maestro o un insegnante di livello superiore:

SHIHAN, SHISHO, DOSHI, RENSHI,

KYOSHI, HANSHI

 

 
 
 
 
 
 
 
 
        SHI - Il Maestro             (Torna Sł)  
                             
     
Nessuno, non importa quanto sia ben intenzionato o preparato, può viaggiare a lungo senza la guida di un maestro. Quest’ultimo è indispensabile. Ciò nonostante, dei molti che considerano la possibilità di cercarlo, solo pochi iniziano realmente la ricerca. Meno persone ancora avranno la persistenza di continuare fino a trovare un maestro. E una volta in sua presenza, quanti fra quelli rimesti avranno il coraggio e la costanza di apprendere e seguirlo fino in fondo?
Così la trasmissione della tradizione (den) di una scuola, grazie a quest’ultimi “coraggiosi”, può continuare, solo questi, che percorreranno la via con il Maestro riusciranno a decifrare i suoi insegnamenti. In Giappone le tecniche possono essere apprese attraverso la scrittura (densho), oralmente (kuden) oppure per via sovrannaturali (shinden) “trasmissioni divinamente ispirate”.
Il Den di una Scuola può essere anche scritto, ma coloro che non lo vivono con il maestro hanno poche possibilità di coglierne il vero significato poiché tali istruzioni spesso consistono in vaghi riferimenti o aforismi simili a indovinelli che solo se vissuti quotidianamente sul tatami possono essere appresi.
La differenza tra i gradi del novizio (KYU) e i gradi del praticante esperto (DAN) letteralmente “scolpire gradini su per la montagna” è che il novizio può sentirsi imprigionato da un’enorme ragnatela dove ci sono fili che lo invitano a tirali, a seguirli, altri che lo aggrovigliano senza speranza, tra questi ci sono fili tentatori esempio tecniche che affascinano e lo sviano dalla Via. Qui il Maestro tira e allenta i fili opportuni – l’allievo deve abbandonarsi alla sua guida. Mentre il praticante esperto ha compreso che tutti i fili sono interconnessi ed è in grado di vedere il punto di unione; a ogni esame di Dan ricavarne un senso comune, sebbene ogni esame conduce a una più profonda comprensione, può anche favorire a causare un’irrequietezza che lo porta a deviare il cammino e l'allontanarlo dal "Den" della Scuola. Il praticante esperto deve compiere questo percorso guardando indietro i gradini che ha scolpito, misurando i progressi fatti, senza smettere di guardare avanti e scoprire improvvisamente per mezzo di una parola o una lezione del suo maestro che "come il viaggiatore si meraviglia nello scoprire qualcosa di completamente diverso tutte le volte che si sofferma mentre sale verso la vetta che ha deciso di raggiungere”, ciò che riteneva essere la perfezione della tecnica non è altro che l’introduzione di essa che lo porta ad una visione completamente diversa, quella che gli sembrava la destinazione di arrivo diventa un semplice passo che gli consente la visione di un nuovo panorama. Qui la figura del Maestro diventa le vetta – il praticante esperto deve continuare il suo cammino in attesa di una nuova scoperta.
 
     
Il Karate-do e il Goshindo praticato nella Kenshinkan si avvale in prima persona del M° Shirai, ormai indiscusso Maestro a livello Mondiale e depositario dello Shotokan e del Goshindo, stile quest'ultimo coniato dallo stesso, con periodici allenamenti a livello di conoscenza diretta a cui prende parte il nostro D.T. Emiliano Alberti, e con Stage mensili collettivi dove partecipano oltre al M° Emiliano gli Istruttori e i gradi superiori della Scuola.
 
      Periodicamente ci avvaliamo anche degli insegnanti sotto elencati, in particolare del il M° Salvatore, attuale direttore tecnico per la Toscana della FIKTA che ci segue costantemente.  
     
Inoltre voglio segnalare, per chi si trovi nel litorale di Cecina, per la stima ed il rispetto e soprattutto la competenza, la palestra A.S. Karate Cecina del M° Lorenzo Maludrottu V° Dan, con la quale effettuiamo frequenti allenamenti collettivi.
 
     
 
                      (Torna Su)  
           
     
ALBERO DELLA DISCENDENZA PER IL KARATE-DO E GOSHINDO A VOLTERRA
   
                               
       
FUNAKOSHI Gichin 1868-1957 Shotokan Ryu
   
                       
   
Yoshitaka FUNAKOSHI - morto nel 1945
         
Seiko TAKASHI
   
 

 

                     
                       
                     
                     
   

Taiji KASE

09.02.1929 - 25.09.2005

         
NAKAYAMA Masatoshi 1913-1987
     
     
           
                         
                     
NISHIYAMA Hitedaka 1928 - 08.09.2008
     
 
   
                                 
                             
 
HIROSHI SHIRAI
   
          Shotokan Ryu                  
           
Goshindo
                 
     
                       
Miura MASARU
   
               
                               
                       
Salvatore VITTORIO
   
 
     
Luiz Tasuke Watanabe
                     
   
                                 
     
Bernardo Contarelli
                     
   
                                 
     
Salvatore Giordano
                     
   
                                 
     
Marino Lombardi
                     
   
                                 
     
Alessandro Ferrari
                     
   
                                 
     
Takeshi Naito
                     
                           
                                 
                                 
               
EMILIANO ALBERTI
       
               
              (Torna Su)